Mostra Orticola 2019

Mostra Orticola 2019

Orticola 2019
Immagine 2019 della mostra-mercato firmata Sofia Paravicini, ed identificata con due fiori, una peonia e un tulipano, in grado di vivere in armonia.

2019 | XXIV Mostra Orticola

Mostra Mercato di Fiori, piante e frutti insoliti, rari e antichi

17,18,19 maggio   |   09:30 - 19:30

Giardini Pubblici di via Palestro, piazza Cavour e via Manin, 2.

Catalogo Mostra Orticola 2019

Catalogo    XXIV Mostra Orticola

Link breve da condividere    www.orticola.org/catalogo

Un formato cartaceo era distribuito gratuitamente in mostra.

Premiazioni XXIV Mostra Orticola

Scopri l’elenco dei    Premiati Orticola 2019.
Sempre riperibili in mostra con le tradizionali coccarde.

Gallerie fotografiche

Risorse fotografiche Mostra Orticola & Faces of Orticola

La Mostra Orticola è un’iniziativa nata per Milano nel 1996, i cui proventi sono destinati al verde cittadino.

Convenzioni Musei

I visitatori di Orticola 2019 hanno potuto fruire di offerte dedicate, in collaborazione con 14 musei milanesi. Il FuoriOrticola "Al Museo" con biglietto Mostra Orticola si è concluso il 2 giugno.    www.orticola.org/almuseo

Eventi FuoriOrticola

Offerta di interesse artistico e botanico, con ingresso libero, attiva fino al 2 settembre 2019: consulta il programma    Eventi FuoriOrticola

Piante amiche: le buone associazioni botaniche

Orticola, da sempre la più importante vetrina italiana per il vivaismo nazionale e internazionale, per il 2019 ha scelto come TEMA “Piante amiche: le buone associazioni botaniche”, vale a dire combinare tra loro piante con le stesse esigenze.

“Piante amiche: le buone associazioni botaniche” — Il territorio italiano, per conformazione idrogeologica e posizione, offre una molteplicità di climi, ambienti e flora e le piante crescono combinandosi tra loro, secondo le proprie esigenze e comportamenti. Queste caratteristiche devono essere rispettate per fare del buon giardinaggio, favorendo accostamenti, non basati solo su forma, colore e fioritura, ma soprattutto sulle necessità delle piante e sul modo di convivere tra loro.

Parliamo quindi di buone associazioni, nelle quali le diverse specie crescono nel modo migliore, condividendo lo spazio perché hanno le stesse esigenze idriche, di temperatura, di terreno … scegliendole in modo da ottenere anche la migliore combinazione estetica.

Ad ogni luogo, quindi, il corretto accostamento di piante che, favorendo un maggior grado di ecosostenibilità, darà luogo a composizioni più autosufficienti, con minor bisogno di manutenzione, promuovendo risultati biologicamente ed esteticamente più corretti e più duraturi.

Le immagini contigue che seguono non intendono illustrare esempi di “buone associazioni botaniche”.

Photo Mostra Orticola 2019 Courtesy © Anna Soldà

I nuovi, le start up e i giovani

I veri protagonisti di Orticola sono da sempre i vivaisti, e ogni anno si aggiungono nuovi, giovani, start up, senza dimenticare antiche e interessanti tradizioni di famiglia.

Oasi Tropicale in Valcuvia è il sogno di un giovane farmacista preparatore, Luca Chiesa, che proviene da Cuveglio in provincia di Varese, la cui passione, nata come frutto dai suoi viaggi esotici e dalla voglia di sperimentazione, sono le piante non comuni, tropicali, agrumi e medicinali, come ad esempio il tamarindo, Tamarindus indica, un potente antiossidante, la guava, Psidium guajava, frutto ricco di Vitamina C, o il cacao, Theobroma cacao, ricco di sostanze benefiche e attive per il buonumore e il relax, tutte riprodotte dai semi raccolti un po’ ovunque che poi ha fatto germinare con tecniche di moltiplicazione e acclimatamento particolari.

Un altro giovane vivaista è Valerio Guidolin, titolare di Diflora, vivaio di piante carnivore di Galliera Veneta in provincia di Padova, una start up che ha sviluppato un laboratorio di propagazione in vitro basato sull’innovazione, in quanto affianca ai metodi standard di micropropagazione, l’utilizzo di un nuovo bioreattore, progettato dal Team Diflora e in attesa di brevetto. Al momento hanno una collezione particolarmente ricca di piante che prosperano in ambienti umidi, come circa 62 varietà di Dionaea muscipula, l’acchiappamosche dal caratteristico meccanismo di chiusura della sua trappola a tagliola, 105 tra specie e forme diverse appartenenti al genere Drosera, pianta dall’azione calmante per diversi tipi di tosse, 60 tra specie e incroci del genere Sarracenia, il cui bordo è ricco di nettare che attrae l’insetto e lo fa scivolare al suo interno, e 25 del genere Nepenthes, dove gli insetti intrappolati vengono dissolti per assorbirne gli elementi.

Mostra Orticola

Per la prima volta sarà presente anche Everflor di Roberto Bonetalli di Busnago in provincia di Monza Brianza, che dal 1996 si dedica al mondo dei bonsai sia da interno sia da esterno, comprese alcune specie arboree della flora italiana. Oltre ai bonsai offre pre-bonsai di specie coltivate in piena terra per qualche anno, come gli aceri giapponesi: un’ottima soluzione per chi vuole allevare queste piante con costi contenuti.

Non sono vivaisti, ma arrivano anche loro a Orticola per la prima volta, Arte Antica Toscana, che intrecciano fil di ferro di recupero, un’antica forma artigianale nata presumibilmente nella Slovacchia settentrionale nel diciassettesimo secolo. Inizialmente serviva per riparare ceramiche rotte, poi fu impiegata per costruire oggetti di uso quotidiano e ben presto si diffuse in Europa e in America, prima di estinguersi quasi totalmente con la produzione della plastica. Loro hanno recuperato questo antico mestiere e hanno dato vita a una piccola produzione di manufatti, nell’intento di promuovere l’attenzione e l’interesse verso una di quelle forme artigianali a rischio di estinzione.

Mostra Orticola

La Mostra Mercato Orticola, ogni anno a Milano, in maggio

 

Altra novità 2019 è Cactis di Davide Contis di Bologna, vivaio che nasce nel 2007 con l’intento di occuparsi della progettazione e manutenzione di giardini, ma la passione di Davide sono i generi Opuntia, Agave e Yucca, che inizia a sperimentare nel suo giardino e oggi riproduce da seme insieme a tantissime altre specie di cactacee e succulente. In mostra-mercato Cactis presenta infatti una collezione di oltre 200 specie di Opuntia, dei fichi d’India che possono essere coltivati all’aperto e resistere a temperature ben sotto lo zero.

Mostra Orticola

Non ha ancora quarant’anni e una grande voglia di ricercare e recuperare piante rare, antiche e particolari: è iniziata così l’avventura di Paolo Barillà e Ort Antigh di Colorno, in provincia di Parma, che ha iniziato a coltivare un orto dopo essere rimasto senza lavoro. A Orticola presenta una collezione di fragole antiche e rare, spiegando, nel suo spazio espositivo, come far nascere una nuova varietà.

Le tradizioni di famiglia

Presenti anche quest’anno alcuni vivai che si tramandano di generazione in generazione passione e sapere, come la Società Agricola Eredi di Carlo Consonni, dove tutto ebbe inizio con il nonno di Beatrice Consonni, l’attuale titolare, che lavorava a Padova con i celebri Sgaravatti, poi il padre Carlo e lo zio Paolo si associarono per fondare una nuova ditta a Erba, sui terreni del nonno. In seguito Beatrice Consonni ha creato una società più piccola, mentre quella storica “vivai Nord” è condotta dal fratello Vittorio e dal cugino. Quest’anno presenteranno una collezione di biancospini, Crataegus, rari e resistenti al freddo.

Mostra Orticola

Oppure il vivaio Anna Peyron fondato nel 1981 in tre ettari di terreno a 450 metri di altitudine dove questa signora dai capelli candidi e dalla personalità ferrea, ha condensato viaggi e ricerche sulle piante. Ora al volante c’è Saskia Pellion di Persano, sua secondogenita, titolare del vivaio, con i capelli ricci rosso tiziano, chiamata così perché la mamma è un’estimatrice di Rembrandt che ritrasse la moglie Saksia in veste di Flora: l’immagine stilizzata di Flora-Saksia è il logo del vivaio.

O ancora Vivai delle Commande nati ufficialmente nel 1994, ma che hanno origine dalla passione della famiglia Salvi Del Pero per le peonie, nata diversi anni prima. Infatti il primo nucleo di peonie americane arbustive ed erbacee fu importato dagli Stati Uniti nel 1980 e dopo 14 anni di coltivazione, con ormai una buona esperienza, i Salvi decisero di aprire il vivaio, ampliando più recentemente l’offerta anche alle hosta, altrettanto belle e versatili piante da ombra. Oggi in azienda collabora la nuova generazione.

Le piante particolari di Orticola 2019

Curiosità interessanti e a volte uniche sono presentate anche da vivaisti che partecipano alla mostra-mercato ogni anno, come l’Epipactis di Baradel, chiamata elleborina, un genere che raggruppa diverse specie di orchidee spontanee italiane.

Mostra Orticola

La collezione di Fargesia di Central Park, un genere di bambù non invadente e non infestante.

Interessante una malvacea arbustiva di origine sud africana, ma talmente adattabile che può essere coltivata nei giardini italiani, il suo nome è Grewia occidentalis presentata da Donna di Piante.

Mostra Orticola

Espressamente indicata per il tema della mostra-mercato è la Castilleja coccinea di Plantula, un emiparassita che completa la sua nutrizione attaccandosi alla radice della pianta, come fa il vischio.

La Scorzonera hispanica, chiamata scorzonera di Spagna, presentata a Orticola da Floricultura Geel è diffusa dall’Europa Meridionale alla Siberia ed è conosciuta per la presunta efficacia contro il morso dei serpenti.

Mostra Orticola

Particolarmente interessante per le sue grandi doti di resistenza al freddo, sopporta temperature fino a – 17°, è una varietà di gardenia, la Gardenia jasminoides ‘Kleim’s Hardy’ dallo sviluppo contenuto e dal bel fogliamo scuro e lucido, presentata da Pollici Rosa.

Il Giardino Fiorito

Edizione Speciale – Numero monografico
“Piante amiche: le buone associazioni botaniche”

Mostra Orticola

“Il Giardino Fiorito”, che tratta le buone associazioni botaniche sotto numerosi aspetti diversi, dall’abbinamento delle piante tropicali rustiche, alla scelta di quelle con esigenze da clima mediterraneo fino a conoscere il comportamento di specie adatte ai 2000 metri.

In vendita durante la Mostra Mercato Orticola — La copertina monocromatica 2019 è soggetta a variazioni a discrezione dell’Editore.

“Mirabilia” di Orticola

Per la prima volta, in esclusiva per il pubblico di Orticola, ecco “Mirabilia”, una tenda all’interno della mostra-mercato che conduce il visitatore alla scoperta di piante speciali per origine e rarità, per lo più sconosciute, provenienti da paesi lontani, o poco frequentati in tema di piante come l’Etiopia, eccezionali per forma e dimensione, raccolte e conservate da vivaisti.

Grazie a Dino Pellizzaro, si potrà conoscere l’Acanthus sennii, un arbusto che si trova molto raramente in coltivazione con fiori rossi insoliti e fogliame appuntito.

Mostra Orticola

Vivaio Ciancavaré porta in mostra la Salvia aethiopis, una piccola pianta erbacea perenne ed aromatica di origine africana dai delicati fiori labiati

Cascina Bollate espone il Cynodon aethiopicus, una specie erbacea che si riproduce ed espande facilmente, è un fotoautotrofo, cioé un organismo che utilizza la luce come fonte di energia per i propri processi vitali.

Altri esemplari particolari saranno presentati dall’Orto Botanico di Città Studi a Milano e dal bellissimo e storico Orto Botanico di Palermo, istituzione scientifica fondata nel 1779, con la quale Orticola ha stretto un particolare rapporto di collaborazione per dare vita al “Premio Nord/Sud” per i vivaisti, che intende valorizzare la grande differenza vegetale e climatica del nostro Paese. Sarà esposto un esemplare di Dypsis decaryi proveniente dalla Collezione dell’Orto Botanico palermitano. Il Prof. Giuseppe Barbera, ordinario di Coltivazioni arboree all’Università di Palermo e membro del Comitato scientifico dell’Orto Botanico, contribuirà alla presentazione del premio.

Le giurie

Due giurie sono all’opera: la Giuria Botanica, con 8 esperti del settore che assegna il Premio Orticola 2019 per le migliori collezioni botaniche e le piante più significative per rarità e bellezza, e quella di stile che invece consegna i premi alla migliore esposizione, alla creatività e originalità e alla carriera.

Come da tradizione, la Giuria Botanica accoglie un ospite d’eccellenza, Giuseppe Barbera, Professore ordinario di Colture Arboree all’Università di Palermo, autore di diverse pubblicazioni, esperto di coltivazione e culture mediterranee, partecipa al Comitato Scientifico dell’Orto Botanico dell’Università di Palermo.

Giuria Botanica 2019

Giuseppe Barbera
Vincenzo Borsi Franchi
Enrico Banfi
Alessandro Corbellini
Gianfranco Giustina
Francesca Marzotto Caotorta
Guido Piacenza
Filippo Pizzoni.

Nella Giuria di Stile si aggiunge Christine Foglia che coltiva, fin dall’infanzia, la passione per la natura e i giardini, di cui ama l’ordine, l’equilibrio e gli stimoli infiniti dei colori. Tutte le piante sono per lei una profonda ispirazione per i sensi, ma predilige in particolare le erbacee e i delphinium.

Giuria di Style 2019

Christine Foglia
Marina Borromeo Arese Munafò
Vitaliano Borromeo Arese
Marina Castiglioni
Andrea Formenti
Roberta Guaineri
Giulia Negri da Oleggio Santagostino
Giovanni Sala
Francesca Strada Longari
Gaetano Zoccali

Biografia breve delle giurie consultabile alla pagina 19 del Catalogo, anche quest’anno distribuito gratuitamente in formato cartaceo.

La fontana | “Le comari d’acqua”

La progettazione della fontana quest’anno è stata affidata a Piante Faro, artefice di un affascinante allestimento che racconta un giardino siciliano, portatore di benessere, sostenibilità e cultura del paesaggio mediterraneo. Nei giardini siciliani l’acqua è elemento prezioso: tutto dipende dalla sua disponibilità. In nessuna delle residenze del passato era assente un sistema di captazione delle acque piovane e la loro raccolta in cisterne. L’acqua utilizzata per l’irrigazione dei giardini fruttiferi era incanalata in piccoli rivoli (le “saie” di origine araba) e formava, nel suo percorso, dei lunghi corridoi verdi azzurri, da cui la vegetazione traeva energia vitale. Questi due elementi hanno ispirato l’allestimento in cui Piante Faro propone le piante amiche dell’acqua. Nella vasca centrale la piccola oasi verde si compone di Alocasia macrorrhizza e Cyperus papyrus ‘Nanus’, mentre ai bordi delle aiuole che fronteggiano la vasca gruppi di esemplari di notevole altezza di Phyllostachys bambusoides, P. aureosulcata, P. aurea, P. bissetii e Bambusa vulgaris si alternano a gruppi di Cinnamomumcanphora, Aralia reticulata, Strelizia augusta che disegnano una vegetazione alta e irregolare, che segna ipoteticamente la presenza dell’acqua.

Esplora i progetti per gli ingressi botanici alla Mostra

 

Mostra Orticola 2019

Illustrazione Fontana Orticola 2019 Courtesy Lucia Scuderi

Orticola Arte | Arte a Orticola

Orticola Arte

Orticola Arte | Pao “Primo Giorno di Primavera” simulazione
Il volume “Primo giorno di Primavera – dialogo con PAO” (Edizioni Nexo) dedicato all’artista, è in stampa e sarà disponibile in librerie, a fine mese.

 

“Primo Giorno di Primavera” | Un’opera per la città

Orticola Arte 2019 | L’artista di street-art PAO presenta una scultura da lui disegnata e realizzata, dal nome “Primo Giorno di Primavera”, che viene esposta ai Giardini Montanelli durante la Mostra Orticola 2019, e successivamente trova una collocazione definitiva all’interno dei medesimi giardini, grazie all’impegno del Comune di Milano.

L’opera è realizzata con il sostegno e il supporto di Gruppo Banca del Ceresio, main sponsor storico dell’associazione e di Orticola Arte, e donata da Pao, Orticola di Lombardia e Gruppo Banca del Ceresio alla città.

Esplora il progetto Orticola Arte

Più giardini in giardino

Mostra fotografica | Area Dugnani 2

Le fotografie di Piero Sierra, esposte a Orticola 2019 nell’area Dugnani 2, raccontano una varietà di atmosfere e di scenografie interconnesse del giardino di Poggio Castello a Monguzzo in provincia di Como. Il giardino è visitabile da gruppi, su appuntamento www.poggiocastello.it

Poggio Castello

Mostra Fotografica | © Photo Courtesy Poggiocastello.it

I compagni di viaggio di Orticola 2019

Ringraziamo partner indispensabili, che accompagnano l’Associazione Orticola di Lombardia nella realizzazione della Mostra Mercato 2019, uniti dalla medesima passione per il verde e per il paesaggio.

www.orticola.org/partner

Comune di Milano

Con il Patrocinio del Comune di Milano

Orticola per Milano

Anche quest’anno parte dei proventi derivanti dalla Mostra Orticola sarà destinato ai Giardini Pubblici Indro Montanelli, in particolare, nell’aggiornamento e nella fornitura delle nuove mappe dei Giardini, che troveranno spazio nelle bacheche, restaurate sempre con i proventi della Mostra nel 2018, e già realizzate dall’Associazione Orticola di Lombardia, per Milano, una ventina di anni fa.

 

Prosegue sempre con nuove piantagioni e l’integrazione dell’aiuola matrice, l’impegno in via dei Giardini, nel piccolo, storico e romantico Giardino Perego, dove nel 2019 si prevede il proseguimento dell’iniziativa della ‘Passeggiata nel giardino storico’, una visita al giardino in compagnia di storici, esperti e vivaisti, per raccontare il giardino stesso, l’impegno di Orticola di Lombardia nelle diverse opere di manutenzione e le piante impiegate.

Sempre attivi in viale Eginardo gli Orti Fioriti in CityLife, realizzati, da Orticola di Lombardia su un’estensione di circa 3000 metri quadrati, nell’ambito del progetto di riqualificazione urbana del quartiere Fiera di Milano, a cura di CityLife.

Prosegue inoltre la manutenzione del Giardino di Palazzo Reale dove è nata un’oasi per una piacevole sosta nel cuore della città.

L’obiettivo di tutte queste attività di Orticola di Lombardia è sempre quello di offrire ai milanesi le correte conoscenze agronomiche mai disgiunte dal gusto del bello, mettendo a disposizione del pubblico spazi verdi aperti, adatti allo svago e a momenti di relax. — Regali alla città di cui Orticola è molto orgogliosa!La Mostra Mercato Orticola, intesa come Fiera Botanica d’Eccellenza, si svolge ogni anno con il patrocinio del Comune di Milano Assessorato Settore Verde e Agricoltura.

Apri la sezione:
Orticola per Milano | I Giardini di Orticola

 

2019 | Premiazioni XXIV Orticola

Giuria Botanica | Espositori Premiati

Premio alla migliore Collezione Botanica
  • Vivaio Ciancavarè per la collezione di Salvia
  • Tara Vivai per la collezione di Styrax
  • ex aequo
  • RIFNIK garden & plants per la collezione di alpine
  • Giulio Celandroni Orchidee per la collezione di Bulbophyllum
Premio alla pianta più significativa per rarità o bellezza della forma
  • Plantula per Castilleja coccinea
  • Pépinière Botanique de Vaugines per Prunus andersonii
  • Water Nursery per Eichhornia azurea
Premio speciale della Giuria ai piccoli vivai
  • Diflora per le tecniche innovative e sperimentali
  • Floricoltura Graziella Tarricone per l’ibridazione di nuove varietà di piante
  • Vivaio Millefoglie per la ricerca (Peucedanum officinale)
Premio Nord/Sud
  • Barone di Nassa piante e giardini per la presentazione della grande diversità della flora italiana
Menzioni speciali
  • Guido Agnelli per la collezione di Tibouchina
  • Podere Restelli per Tinantia pringlei

 

Giuria di Stile | Espositori premiati

Premio alla migliore esposizione per l’allestimento e cura dei dettagli
  • A&G Floroortoagricola ssa 
Premio alla creatività, innovazione e originalità per vivaisti
  • Water Nursery
Premio alla creatività, innovazione e originalità per extra settore
  • All’Origine
Premio alla carriera
  • Vivaio Lazzaro Cappellini
Menzioni speciali
  • RosebyMary veg & natural Bistro
  • Arte Antica Toscana – intrecci in fil di ferro
  • Le Figlie del Vento
  • Ingresso di Piazza Cavour a cura di Gheo Clavarino

Premio IO donna 2019

Il Premio IO donna 2019 è stato assegnato a tre sorelle Fineschi, Antonella, Maria Cristina e Silvia.
Oggi curano e gestiscono (tra mille difficoltà) il giardino in provincia di Arezzo, con la straordinaria collezione di rose di importanza internazionale, realizzata dal padre (medico ortopedico di Papa Giovanni Paolo II), che comprende oltre 6.000 rose. Nel 2016 il roseto Fineschi è stato insignito del titolo “Roseto Internazionale dell’Anno” e ha ricevuto due importantissimi riconoscimenti, a Pechino e New York.

Il Premio: un prezioso gioiello Dodo, un bracciale Everyday con un ciondolo “Fiore di Ciliegio” realizzato in oro rosa 9kt e smalto, ambasciatore del messaggio “Sei la più bella”. Nella collezione di Primavera, DoDo celebra i ritmi della Natura ed insieme al Fiore trionferanno i ciondoli Ciliegia e l’Albero di Ciliegio.

Il Blog di Orticola

Il Blog è ospitato dal portale del Femminile IO donna.
Link breve:
http://www.orticola.org/blog

Social media

   www.orticola.org/facebook

   www.orticola.org/instagram

   www.orticola.org/twitter